Radicchio Rosso di Treviso I.G.P. Tardivo

È una delle “cicorie” più prelibate. Dal radicchio tardivo di Treviso derivano le altre varietà di radicchio. Il tardivo è ancora più pregiato del radicchio rosso precoce ed è famoso per il suo colore rosso e il suo sapore dolce-amaro. Il radicchio tardivo IGP ha la costola dorsale allungata completamente bianca, lembo fogliare rosso vinoso breve e stretto, con nervature secondarie appena accennate. Le foglie, dapprima verdi, incominciano a virare al colore rosso in autunno e formano un cespo lungo e stretto a forma di fuso che, grazie alla tecnica dell’imbiancamento, raggiunge una lunghezza di circa 20 cm. Le foglie devono essere serrate e avvolgenti, anche se il cespo non risulta perfettamente compatto. Il sapore è gradevolmente amaro, croccante, piacevole. La radice bollita ha un sapore un po’ amaro, ma possiede un meraviglioso potere depurante per il sangue, come pure l’acqua della bollitura.

Il radicchio è un ortaggio ricco di acqua, fibre, vitamine e sali minerali e rappresenta un’ottima fonte di potassio. Il radicchio apporta anche sostanze fenoliche (molecole antiossidanti) e fitosteroli (molecole ipocolesterolemizzanti). L’apporto energetico è irrisorio, poiché tutti e tre i macronutrienti energetici sono presenti in quantità non considerevoli.

SCOPRI LA RICETTA: RISOTTO AL RADICCHIO VEGAN

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *